Uramaki California Roll: il sushi nato negli USA

uramaki california rollCalifornia Roll o Uramaki, li avete mai provati? Sono senza dubbio tra i più diffusi in Occidente, nostro paese compreso, ma in realtà non sono parte della vera tradizione giapponese.

Nella forma sembrano essere simili agli altri tipi di sushi. La differenza riguarda le origini. I Califoria Roll, conosciuti anche come Uramaki California, sono una derivazione americana. O meglio, piuttosto una “rivisitazione” della tradizione giapponese per adattarla alle abitudini alimentari americane.

Nel corso degli anni sono diventati molto diffusi, e la fantasia è un elemento principale per prepararli. L’abbonamento di più ingredienti, infatti, consente molte combinazioni e varianti.

Oggi parliamo dei California Rolls. Scopriremo quale la tecnica per prepararli a casa ed in cosa si differenziano dagli altri.

Indice dei Contenuti
Le origini degli Uramaki California Roll
I 3 Indiziati
California Roll ingredienti
Pesce utilizzato
Preparare Uramaki California a casa
Video: la tecnica degli Uramaki (o rotolini di sushi)
Le ricette di Sushiacasa per California Roll o Uramaki

Le origini degli Uramaki California Roll

Questi California Maki, lo abbiamo anticipato, nascono in USA. Questo è un dato certo. Rimane però un alone di mistero su chi ha “inventato” questa variante dei roll giapponesi.

In molti hanno tentato di prendersi il merito per questi Uramaki California. Gli indiziati sono principalmente tre.

Prima di scoprire i loro nomi fanno una piccola premessa del perchè sono nati e perchè si sono diffusi così in fretta. Basti pensare che oggi questi California Roll sono serviti ben al di fuori dei confini americani.

In primo luogo in Canada ma anche nel nostro paese. Li avrete, infatti, sicuramente mangiati in un ristorante giapponese italiano. Addirittura potrete trovarli in Giappone.

Il motivo della loro nascita è per adeguare il sushi al gusto americano. I problemi erano principalmente di due tipi. La mancata abitudine di mangiare pesce crudo, come vedremo risolta utilizzando surimi. In secondo luogo l’utilizzo dell’alga, di certo non parte dell’alimentazione americana.

Per questo motivo, come vedremo tra poco, risulta letteralmente “nascosta” all’interno degli Uramaki California.

I 3 Indiziati

Come abbiamo anticipato sono in molti a riconoscersi il merito di aver creato i California Maki. Ne abbiamo identificati tre, i principali indiziati.

Il primo è lo chef giapponese Hidekazu Tojo trasferito in Canada, a Vancouver, nel 1971. Da dove deriva il nome? Dai clienti VIP di Tojo provenienti da Los Angeles (in California) amanti di questi Rolls.

Il secondo indiziato è Ichiro Mashita e qua abbiamo qualche informazione in più. Chef al Tokyo Kaikan di Los Angeles aveva avuto l’idea di aggiungere l’avocado al sushi. In particolare in sostituzione del tonno nei mesi in cui questo pesce non ha una carne particolarmente gustosa. Il primo “prototipo” risalirebbe al 1960, quindi 10 anni prima dello chef Tojo.

Ultimo indiziato, e questa è una teoria più recente, è lo chef Ken Seusa del Kin Jo Sushi Restaurant di Hollywood. La data della creazione sarebbe da far risalire al 1979. Proprio in questi anni si inizia ad utilizzare la parola California Roll su riviste del settore. Tra queste “Gourmet Magazine” che nel 1980 decise di farne una approfondita recensione.

California Roll ingredienti

Dopo aver parlato della storia vediamo quali sono gli ingredienti degli Uramaki California. Il gusto doveva adattarsi al palato degli americani e quindi le differenze rispetto ai tradizionali ingredienti sushi sono molteplici.

In primo luogo l’aggiunta di avocado, mango o cetriolo. Rispetto agli Hosomaki i condimenti in questo caso possono essere più di 2. Spesso, infatti, si aggiunge anche maionese o formaggio cremoso. Esistono anche varianti di uramaki vegetariani con il tofu al posto del pesce.

Si richiede l’utilizzo dell’alga nori ma, come anticipato, questa è nascosta. Se, ad esempio, per i Futomaki o i Gunkan l’alga nori serve per racchiudere qua si ha la situazione opposta. Il riso è fuori mentre l’alga nori “sorregge” gli ingredienti all’interno.

L’esterno degli Uramaki viene spesso cosparso di semi di semamo per guarnire il riso.

Anche le dimensioni sono maggiori, ma vale sempre la regola di mangiarli in un solo boccone (regola generale, come potete trovare nel nostro approfondimento su come mangiare il sushi).

Pesce utilizzato

Discorso a parte per il pesce utilizzato. Vediamo quali sono.

  • Uramaki con Tonno. Solitamente utilizzato crudo, è stato aggiunto nel corso degli anni vista la diffidenza iniziale nei confronti del pesce crudo;
  • Uramaki con Salmone. Crudo o scottato, ma in aggiunta solitamente a formaggio morbido (come Philapelphia) o maionese;
  • Uramaki con Granchio. Questa è la primissima versione, alla quale si aggiunge avocado o mango. Gli americani non essendo abituati al pesce crudo vedevano decisamente di buon occhio l’utilizzo del granchio. Attenzione a quando viene utilizzato il surimi di pesce;
  • Uramaki con Gamberi. Spesso fritti in tempura con aggiunta di formaggio morbido. Si chiamano in questo caso Ebiten Uramaki. La salsa Teriyaki serve come accompagnamento.

Il risultato, in ogni caso, è quello di un roll dall’aspetto spesso colorato e molto invitante. Questo è dato dal giusto mix, anche di colori, tra ingredienti e guarnizione esterna del riso.

Preparare Uramaki California a casa

Volete preparare California Roll a casa? Un ottimo modo per iniziare a prendere dimestichezza con la magica arte del sushi. Se siete alle prime esperienze vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento su come preparre il riso per il sushi.

Seguite il procedimento indicato qua sotto, o meglio la tecnica da utilizzare.

  • Preparate una ciotola con acqua ed aceto di riso. Vi servirà per bagnarvi le mani prima di mettervi all’opera;
  • Prendete la stuoia in bamboo o silicone (il cosiddetto Makisu) e rivestitelo con pellicola per alimenti su entrambi i lati;
  • Posizionate l’alga nori con il lato lungo rivolto verso di voi. Disponete in modo uniforme 200 grammi di riso. Coprite l’alga nori fino ai bordi;
  • Distribuite sul riso le eventuali guarnizioni esterne dell’Uramaki. Ricordate, infatti, che in questa fase state lavorando sul lato esterno del roll;
  • Adesso viene la parte complicata. Prendete l’alga nori ai lati e ribaltatela completamente. A questo punto il riso sarà posizionato sotto, a contatto con la stuoia. Al contrario l’alga nori sarà rivolta verso l’alto. L’operazione deve essere rapida e veloce;
  • A questo punto sistemate gli ingredienti al centro, disponendoli in lunghezza. Iniziate ad arrotolare la stuoia;
  • Premete leggermente con le mani per compattare tutto. Sollevate la stuoia e arrotolatela per raggiungere i bordi dell’alga. In questa fase potrete dare all’Uramaki la forma che preferite (più ovale o “rettangolare”);
  • A questo punto non rimane che tagliare il rotolo con un coltello affilato. Potete servire in tavola e gustarvi il risultato.

Video: la tecnica degli Uramaki (o rotolini di sushi)

Come sempre vi proponiamo un video selezionato da YouTube (fonte davvero inesauribile di tutorial!) per apprendere la tecnica degli Uramaki. In questo caso si utilizza pesce cotto, ma la tecnica è sempre la stessa.

Si tratta disucramente di uno dei migliori video tutorial per Uramaki, e per di più in lingua italiana.

Le ricette di Sushiacasa per California Roll o Uramaki

Su Sushiacasa potete trovare una sezione dedicata alle ricette sushi da fare a casa. Una selezione delle migliori, adatte a tutti i livelli e gusti.

Ricordate di iscrivervi al gruppo privato Facebook Io Faccio Sushi per condividere foto e video del sushi che preparate con le vostre mani, oltre a incontrare appassionati di sushi con cui scambiare ricette e consigli.

Volete conoscere altri tipi da preparare con le vostre mani? Ecco i nostri approfondimenti su:

Inserisci il tuo commento

Sono Alessandro e non sono un “normale” appassionato di Sushi, anzi (devo essere sincero!) all’inizio odiavo il Sushi. Proprio così, il suo sapore proprio non mi convinceva. Questo almeno all’inizio. Perchè se l’amore per il Sushi non è nato fin da subito quando è “esploso” non mi ha più abbandonato. Da quel momento ho voluto sperimentare i diversi sapori della tradizione giapponese (non soltanto legati al Sushi!) e soprattutto ho sempre più desiderato di preparlo con le mie mani. Per questo motivo negli ultimi anni mi sono messo alla ricerca dei migliori blog per provare ricette da fare a casa. Ho affinato la mia tecnica e di certo ho ancora molto da imparare! Ho deciso di aprire Sushiacasa per condividere tutto quanto ho imparato! Oltre a questo ho aperto il gruppo Facebook “Io Faccio Sushi!” con un obiettivo ambizioso quanto semplice: creare il gruppo di appassionati sushi più grande in Italia! Condivido i contenuti del sito anche sulla pagina FB ufficiale “Sushiacasa.it”.